Isolamento Termico: come ottimizzarlo al massimo

//Isolamento Termico: come ottimizzarlo al massimo

Isolamento Termico: come ottimizzarlo al massimo

Pensiamo a una casa di ultima generazione: efficiente sotto l’aspetto energetico con controllo dell’Isolamento Termico, intelligente nei dispositivi ed equipaggiata di ogni tecnologia impiantistica, ma nonostante tutto ciò non è detto che sia confortevole.

Irritazioni agli occhi, naso e gola, cefalee, tosse secca, pelle disidratata: sono alcuni dei sintomi di un microclima non sano; la cosiddetta ‘Sindrome dell’Edificio Malato’, definita così dall’Organizzazione mondiale della Sanità nel 1983, è un insieme di disturbi connessi a vari fattori, fra questi una ventilazione insufficiente e quindi un eccesso di umidità, il rilascio di sostanze odorose, irritanti o tossiche contenute nei materiali costruttivi impiegati o negli arredi, la presenza di ponti termici e la puntuale conseguenza della formazione di muffe o colonie fungine.

Troppa attenzione all’Isolamento Termico è positiva?

La spinta a realizzare involucri efficienti e sigillati non ha coinciso con un’adeguata cultura del comfort; si crede che la ventilazione controllata risolva ogni problema, ma non è così, anche quando è ben dimensionata riesce a contrastare solo il 70% l’eventuale presenza di composti nocivi. Per questo la prima regola è puntare sulla scelta di materiali basso-emissivi per costruire, isolare o tinteggiare la casa.

Valutazione Qualità dell’Aria

L’analisi dell’aria può essere eseguita in diversi modi a seconda di quello che si cerca e delle caratteristiche dell’ambiente in cui si opera; si può intervenire in modo diretto e istantaneo con apparecchi elettronici detti fotoionizzatori o con l’impiego di particolari fiale colorimetriche che reagiscono alla presenza di determinate sostanze e nel caso siano attive sono in grado di catturarle; dopo aver eseguito le rilevazioni è bene sottoporle a un laboratorio accreditato.

Come risolvere il problema

L’ambiente va bonificato, innanzitutto rimuovendo i materiali più emissivi o ridipingendo i muri con vernici certificate, utilizzando purificatori d’aria e implementando la ventilazione naturale, correggendo i ponti termici con materiali isolanti adeguati.

A tal proposito la Ditta NanoSilv dispone di una vasta gamma di prodotti, dalle vernici certificate SurfaPaint ThermoDry per migliorare l’Isolamento Termico e abbattere i ponti termici, le quali si differenziano a seconda delle superfici su cui andranno applicate, ai prodotti SurfaShield per la rimozione di muffe e non solo, alla linea DeSalin per la pulizia delle più svariate superfici, in particolar modo DeSalin AM per l’eliminazione di muffe e funghi, infine per concludere con la gamma SurfaPore, ideali per la prevenzione.

By | 2017-06-15T14:10:35+00:00 15 giugno 2017|Notizie|0 Commenti

About the Author:

Caricando...