Ecobonus 2017: guida alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico

//Ecobonus 2017: guida alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico

Ecobonus 2017: guida alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico

Sono state confermate le detrazioni fiscali dell’Ecobonus 2017 per il risparmio energetico, estese anche ai condomini fino a un valore del 75% relativo alle spese sostenute per la ristrutturazione di quest’ultimo.

La detrazione fiscale dell’Ecobonus 2017 è relativa a lavori volti ad aumentare le prestazioni energetiche dell’edificio con un’agevolazione che riguarda la detrazione Irpef o Ires che va dal 65% al 75%.

Abbiamo quindi scritto per voi una pratica guida relativa all’Ecobonus 2017 e sul come richiedere la detrazione, ovvero che tipo di lavori è possibile fare riguardanti la riqualificazione energetica.

La novità più importante è che sono comprese anche le spese relative a condomini, con una detrazione Irpef che andrà dal 70% al 75%, sulla base dell’intervento di ristrutturazione. Tale detrazione potrà essere richiesta fino al 2021.

Per quanto riguarda i condomini, se le spese interesseranno l’intero edificio, l’agevolazione fiscale dell’edificio potrebbe raggiungere anche il 70%. Si potrebbe invece salire fino al 75% se l’intervento sia finalizzato al risparmio energetico sia estivo che invernale.

Da non dimenticare che la richieste di agevolazione fiscale relativa all‘Ecobonus 2017 potrà essere richiesta solo su edifici già esistenti, di qualsiasi categoria catastale. Non sono quindi considerati validi gli interventi applicati ad immobili in fase di realizzazione.

Spese e interventi ammessi

Ecco la lista degli interventi validi per la richiesta dell’agevolazione fiscale dell’Ecobonus 2017:

  • Miglioramento termico dell’edificio
  • Installazione di pannelli solari
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
  • Interventi di domotica

L’importo massimo della spesa ammesso dall’Ecobonus 2017 invece è il seguente:

  • 100.000 € per gli interventi di riqualificazione energetica
  • 60.000 € per interventi relativi l’esterno dell’edificio
  • 30.000 € per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale come caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici
  • 60.000 € per l’installazione di pannelli solari

Soggetti beneficiari della detrazione Irpef o Ires

La detrazione fiscale è applicabile da tutti i contribuenti, anche i titolari di reddito d’impresa, che risultano essere proprietari di un immobile.

Nel dettaglio i contribuenti che possono richiedere la detrazione fiscale sono:

  • I contribuenti che conseguono reddito d’impresa
  • Associazioni di professionisti
  • Enti pubblici e privati che nn svolgano attività commerciale
  • persone fisiche che siano titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini per gli interventi sulle parti comuni, inquilini, chi possiede un immobile in comodato, familiari o conviventi che sostengono le spese.

Modalità di rimborso

Come prova da utilizzare per dimostrare l’esistenza dell’immobile, sarà necessario presentare l’iscrizione al catasto, oppure le ricevute di pagamento dell imposte Ici o Imu.

La modalità di rimborso resta invariata: viene restituito in rate della durata di 10 anni.

Andranno, oltretutto conservati i documenti ai fini della certificazione degli interventi di riqualificazione energetica effettuata:

  • asseverazione di un tecnico abilitato o la dichiarazione resa dal direttore dei lavori;
  • attestazione di partecipazione ad un apposito corso di formazione in caso di autocostruzione dei pannelli solari.
  • certificazione energetica dell’immobile fornito dalla Regione o dall’Ente locale o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato.

Al termine dei lavori relativi alla riqualificazione energetica, con un limite di 90 giorni, bisognerà inviare all’Enea la scheda informativa riassuntiva degli interventi fatti assieme alla copia dell’attestato di riqualificazione energetica.

 

By | 2017-08-24T22:52:02+00:00 24 agosto 2017|Come fare|0 Commenti

About the Author:

Stefano Silvestrin

Nanosilv è un’azienda di nanotecnologie per il settore dell’edilizia, distributore esclusivo per l’Italia di NanoPhos SA. Questa azienda specializzata in nanotecnologie trae vantaggio dalle proprietà uniche dei prodotti nanotecnologici e inventa materiali intelligenti che risolvono i problemi della vita quotidiana.

Scrivi un commento

Caricando...