21 dicembre 2022 - Vernici fotocatalitiche, Nanotecnologie per l'edilizia

Vernice-anti-inquinamento-come-funziona-e-quali-sono-le-componenti

La vernice anti inquinamento è una pittura "magica": è in grado di decomporre lo smog, le particelle di inquinamento atmosferico e la sporcizia in generale, evitando così che si depositino sulla facciata. Ma cosa c'è dietro a questa "magia"? Te lo spiego in questo articolo.

INDICE DEI CONTENUTI:

  • Il potere della fotocatalisi
  • Componenti delle vernici anti inquinamento
  • Vantaggi della vernice anti smog

 

Il potere della fotocatalisi

In realtà non si tratta di magia, ma di alta tecnologia, o meglio nanotecnologia. Alla base del funzionamento di queste pitture c'è il principio naturale della fotocatalisi, un processo simile è quello della fotosintesi clorofilliana generata dalle piante. Qui, però, invece di produrre ossigeno vengono utilizzate le proprietà naturali di un particolare composto chimico in grado di produrre una reazione ossidante con cui vengono catturati e distrutti gli agenti inquinanti presenti nell’aria.

Si parla quindi di trattamento fotocatalico autopulente - e di conseguenza di vernici autopulenti - per riferirsi a quel processo che permette di decomporre le sostanze organiche che si depositano sulle facciate, evitando che le macchie di inquinamento ne compromettano l'estetica.

 

Componenti delle vernici anti inquinamento

Le pitture anti inquinamento sono composte da nano particelle di biossido di titanio, una sostanza con proprietà antinquinamento che si attiva con la fotocatalisi, cioè in presenza di raggi solari o luce artificiale, e che consente alle particelle di polvere e al residuo di sporco di essere rimossi con un semplice getto d’acqua.

Come funziona, nello specifico?

Con la fotocatalisi: la luce naturale e artificiale assorbita dalle pareti viene trasformata in energia chimica che produce agenti ossidanti di breve durata (ossigeno e radicali ossidrili) in grado di attaccare e disgregare le sostanze organiche e inorganiche che si depositano sulla superficie, trasformandoli in composti inorganici non pericolosi (sali minerali).

Le particelle nanocristalline di biossido di titanio (TiO2) agiscono quindi come semiconduttori, assorbendo i fotoni della luce e separando elettroni, lacune positive, radicali ossidanti di breve durata e ossidrili. 

La superficie trattata, sia essa una facciata esterna o una parete interna, diventa inoltre superidrofilica facilitando cosi la pulizia e la rimozione degli inquinanti. 

 

Vantaggi della vernice anti smog

  • Le superfici esposte alla luce restano pulite ed esteticamente inalterate più a lungo
  • Le pareti diventano idrofiliche, facilitando la pulizia e la rimozione degli inquinanti con un semplice getto d’acqua
  • Il prodotto non si consuma e non subisce alterazioni

 

Anche Nanosilv ha inserito nel suo catalogo un prodotto specifico per superfici porose murarie e cementizie, capace di proteggere le superfici interne ed esterne dalle macchie e dagli effetti degli agenti inquinanti atmosferici. Si tratta di NS67 GreenShield, una pittura a base acquosa fotocatalitica nanotecnologica con azione antibatterica e antimicotica.

 

Per saperne di più sul funzionamento e sulle modalità applicative del prodotto, mettiti in contatto con un nostro tecnico.

Scopri i consigli applicativi del prodotto

Stefano Silvestrin

Scritto da Stefano Silvestrin

Da oltre 10 anni mi occupo della distribuzione di materiali nanotecnologici per l’edilizia, seguo processi industriali applicativi, nel mondo della ceramica e dei pannelli fotovoltaici, individuando le reali possibilità applicative delle nanotecnologie per dare risposte concrete per l’efficientamento energetico degli edifici. Materiali a basso spessore e nanotecnologici per la protezione delle superfici sono la mia specialità.