16 marzo 2020 - Bonus Facciata

Bonus-facciata-2020

Il bonus facciata è un'agevolazione introdotta nel 2020 per migliorare e abbellire le facciate esterne degli edifici nelle zone densamente abitate. La detrazione è stata confermata per tutto il 2022, anche se con una netta diminuzione della percentuale di spesa detraibile.

Per l'anno in corso (cioè il 2022) il bonus è valido per tutti gli edifici che si trovano nelle zone A e B, come individuate dal decreto ministeriale n. 1444/1968 della legge di bilancio 2020, o in quelle assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Indice dei contenuti dell'articolo:

Per quali lavori puoi sfruttare il Bonus Facciata
Quali lavori rientrano
Entro quanto tempo puoi sfruttare il bonus
Bonus facciata ed efficienza energetica

 

 

Per quali lavori puoi sfruttare il Bonus Facciata 2020?

Per capire come funziona il bonus facciata e come puoi sfruttarlo per un intervento di riqualificazione della tua casa, è importante capire le tipologie d’interventi che rientrano in tale agevolazione, anche per non rischiare di avere brutte sorprese, sia economiche che legali.

Inoltre, il primo consiglio che ti diamo è di farti certificare tutte le procedure di produzione e la qualità dei prodotti finali, rivolgendoti a specialisti del settore, perché senza tale certificazione non puoi avere accesso al bonus rifacimento facciata.

 

Quali lavori rientrano

Rientrano al suo interno tutti gli interventi che riguardano:

  • Consolidamento, ripristino e/o miglioramento delle caratteristiche termiche e degli elementi costitutivi della facciata esterna dell’edificio, che costituiscono esclusivamente la struttura opaca verticale;
  • Pulitura e tinteggiatura della superficie e/o il semplice rinnovo degli elementi costitutivi di balconi, ornamenti e fregi;
  • Decoro urbano con interventi mirati a grondaie, pluviali, parapetti, cornicioni e tutte le parti impiantistiche.

 

Inoltre, grazie al bonus facciata 2020 puoi anche portare in detrazione le spese per l’acquisto di materiali utili allo svolgimento dei lavori, le spese di progettazione e tutte le prestazioni professionali connesse ai lavori, compresi anche tutti i costi che riguardano l’installazione dei ponteggi, lo smaltimento dei materiali rimossi per eseguire i lavori, l’Iva, l’imposta di bollo, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico eccetera.

Importantissimo!

Ricorda che tutti questi lavori riguardano sempre il recupero o la restaurazione di un edificio delle zone A e B, non gli interventi effettuati durante la sua costruzione o mediante demolizione e ricostruzione.

 

Entro quanto tempo puoi sfruttare il bonus facciata?

Se devi realizzare interventi finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna del tuo edificio, o su un’unità immobiliare di qualsiasi categoria catastale, anche strumentale, allora puoi detrarre il 60% delle spese sfruttando proprio l'opportunità offerta dal bonus facciata 2020.

È questa la principale novità introdotta dalla Legge 234/2021 (Legge di Bilancio). Rispetto al 2020, quando il bonus facciate ammontava al 90%, ora la percentuale di detrazione è scesa al 60%. Il termine ultimo per usufruirne è il 31 dicembre 2022, dopodiché non si sa se l'agevolazione verrà ulteriormente rinnovata oppure cancellata.

 

 

Bonus facciata 2020 ed efficienza energetica

Se oltre alla semplice pulitura o tinteggiatura esterna, vuoi realizzare lavori che influiscono anche dal punto di vista termico e/o che interessano il rifacimento dell’intonaco per più del 10% della superficie totale della parete, allora è necessario che tali interventi abbiano specifici requisiti affinché possano rientrare nella detrazione bonus facciate.

Ecco quali:

  • I “requisiti minimi” previsti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 26 giugno 2015;
  •  I valori limite di trasmittanza termica stabiliti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 aggiornato dal decreto ministeriale del 26 gennaio 2010.
  • Con il Decreto Antifrodi 157 del 2021, a partire dal 12 novembre 2021, nel caso si intenda cedere il credito o approfittare dello sconto in fattura, anche per il bonus facciate si dovrà richiedere un visto di conformità, che attesti la presenza di tutti i requisiti per l'accesso all'incentivo, e dovrà essere prodotta l'asseverazione tecnica

 

Contattaci e ti daremo tutte le informazioni necessarie per ottenere la detrazione.

mettiti in contatto con lo specialista

 

 

Questo articolo è stato scritto originariamente nel 2020 e aggiornato alle normative attuali.

Stefano Silvestrin

Scritto da Stefano Silvestrin

Da oltre 10 anni mi occupo della distribuzione di materiali nanotecnologici per l’edilizia, seguo processi industriali applicativi, nel mondo della ceramica e dei pannelli fotovoltaici, individuando le reali possibilità applicative delle nanotecnologie per dare risposte concrete per l’efficientamento energetico degli edifici. Materiali a basso spessore e nanotecnologici per la protezione delle superfici sono la mia specialità.