13 aprile 2022 - Ristrutturazione edifici

Bonus-Ristrutturazioni

Restauro e recupero edilizio, sostituzione degli impianti di climatizzazione e degli infissi, coibentazione e isolamento delle pareti orizzontali e verticali. Sono tutti interventi che rientrano nei vari bonus ristrutturazioni e che ti permettono di usufruire di importanti agevolazioni fiscali, per recuperare buona parte delle spese sostenute. Vediamo quali lavori fare quest'anno, per non perdere gli incentivi.

INDICE DEI CONTENUTI:

Bonus Ristrutturazioni ed Ecobonus confermati fino al 2024

Bonus Facciate: scende al 60% ma nessun limite di spesa

Ristrutturazione ed Efficientamento: quando conviene il Superbonus 110?

 

Bonus Ristrutturazioni ed Ecobonus confermati fino al 2024

Con l'ultima Legge di Bilancio le due principali detrazioni legate alla ristrutturazione edilizia e all'efficientamento energetico, ovvero il Bonus Ristrutturazioni e l'Ecobonus, sono state confermate e prolungate fino al 2024.

Invariate le percentuali, i termini di pagamento e gli importi massimi di spesa:

  • per il Bonus Ristrutturazioni la detrazione è del 50% e il limite di spesa per unità immobiliare è di 96.000 euro
  • per l'Ecobonus le percentuali di detrazione variano dal 50% al 65%, a seconda degli interventi, e lo stesso vale per il tetto di spesa.

In entrambi i casi la quota di rimborso spettante viene recuperata tramite Irpef nella Dichiarazione dei Redditi, in 10 rate annuali di pari importo. È comunque possibile optare per la cessione del credito verso istituti di credito e banche o per lo sconto in fattura, fatto direttamente dalla ditta esecutrice dei lavori.

 

Bonus Facciate: scende al 60% ma nessun limite di spesa

Se stai pensando di ristrutturare casa e tra i lavori in programma c'è il rifacimento della facciata, puoi usufruire di un Bonus dedicato: il Bonus Facciate 2022. Sebbene la percentuale di detrazione sia scesa, rispetto al 2021, e oggi si attesti sul 60%, è comunque un'agevolazione importante che ti permette di recuperare più di metà della spesa sostenuta per interventi di pulitura e tinteggiatura.

Il Bonus Facciate non ha limiti di spesa, ma ci sono alcuni punti che è bene aver chiari, per non rischiare di rimanere esclusi:

  • ZONE: per accedere all'agevolazione l'edificio oggetto di lavori deve trovarsi nelle zone A o B (indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.
  • SCADENZA: il Bonus è valido - alle condizioni attuali - fino al 31 dicembre 2022, dopodiché si parla di un netto calo della detrazione, che potrebbe assestarsi sul 36 per cento. Quest'anno è quindi l'anno giusto per approfittare di questo incentivo fiscale.
  • EFFICIENTAMENTO: se gli interventi sulla facciata interessano il rifacimento dell’intonaco per più del 10% della superficie totale disperdente, è necessario rispettare specifici requisiti per rientrare nel Bonus.

Ne abbiamo parlato in questo articolo, dove trovi tutte le informazioni su Bonus Facciate 2022.

Ciò significa che puoi sfruttare il bonus per realizzare il cappotto termico o, nel caso tu non voglia coprire la casa con un "vestito di plastica" o non possa applicare i pannelli su un edificio vincolato, puoi sempre optare per le pitture termoriflettenti e l'isolamento a basso spessore.

Anche questi manufatti, se certificati e rispondenti alle normative vigenti e ai CAM (Criteri Minimi Ambientali) previsti per legge, sono agevolabili sia con il Bonus Facciate che con il Superbonus 110%.

 

 

Ristrutturazione ed Efficientamento: quando conviene il Superbonus 110?

Se oltre alla semplice ristrutturazione vuoi anche migliorare l'efficienza energetica del tuo immobile con un intervento di isolamento delle superfici opache, nel 2022 puoi ancora accedere al Superbonus 110. 

L'incentivo statale termina, per le abitazioni indipendenti, il 31 dicembre del 2022, mentre per condomini e minicondomini c'è tempo fino al 2025, ma bisogna rispettare determinate scadenze.

Il D. L. 34/2020 stabilisce che gli edifici storici e quelli situati in una zona vincolata sono esclusi dal Bonus. Tuttavia ci sono delle eccezioni che permettono di isolare termicamente gli immobili, e beneficiare delle detrazioni, senza intaccare gli spessori.

 

Visti i numerosi sgravi fiscali, il 2022 sarà sicuramente l'anno delle ristrutturazioni edilizie. Vuoi approfittarne anche tu, per migliorare l'estetica e l'efficienza della tua casa partendo dalla facciata? Scopri come nella Guida gratuita che puoi scaricare qui.

scarica la guida gratuita

 

Stefano Silvestrin

Scritto da Stefano Silvestrin

Da oltre 10 anni mi occupo della distribuzione di materiali nanotecnologici per l’edilizia, seguo processi industriali applicativi, nel mondo della ceramica e dei pannelli fotovoltaici, individuando le reali possibilità applicative delle nanotecnologie per dare risposte concrete per l’efficientamento energetico degli edifici. Materiali a basso spessore e nanotecnologici per la protezione delle superfici sono la mia specialità.