13 maggio 2021 - Pitture termoriflettenti

Isolamento-termico-pareti-interne

Il mercato immobiliare richiede edifici a basso consumo energetico, con involucri efficienti e ben sigillati, sia che si tratti di nuove costruzioni sia che si debba provvedere al recupero e alla ristrutturazione di immobili giù esistenti. Per assicurare all'abitazione una prestazione termica eccellente è fondamentale partire dai materiali utilizzati per costruire, isolare e tinteggiare la casa, che devono essere basso-emissivi e certificati. Vediamo quali soluzioni è possibile adottare per assicurare a un edificio un ottimale isolamento termico delle pareti interne.

Come coibentare casa dall'interno


L'isolamento termico interno è uno degli interventi più diffusi in ambito edilizio, perché consente di migliorare il comfort abitativo interno e ridurre i consumi energetici.
Grazie alla coibentazione interna è possibile avere una casa più calda in inverno e fresca in estate, limitando l'accensione di termosifoni e condizionatori, e abbassando di conseguenza la spesa energetica.


Per isolare le pareti interne esistono fondamentalmente due tipi di intervento:

  1. L'applicazione sui muri interni di pannelli isolanti in sughero, polistirolo o altri materiali isolanti (cappotto termico interno)
  2. La tinteggiatura delle pareti con una vernice isolante per pareti interne


Il primo caso, quello del cappotto termico interno, è indicato in quelle situazioni in cui non è possibile realizzare un cappotto esterno, per vincoli architettonici legati alla zona o al tipo di edificio, o per l'impossibilità di sostenere i costi di un intervento così invasivo. Tuttavia anche realizzare un cappotto interno non è sempre facile: vanno scelti accuratamente i materiali e va tenuto conto dello spessore dei pannelli. In caso di ristrutturazione, infatti, realizzare il cappotto sulle pareti interne comporta una riduzione degli spazi abitativi che può limitare il comfort.
Scegliere di coibentare le pareti interne utilizzando una vernice è sicuramente una soluzione più pratica e meno invasiva.


Pensiamo all'isolamento pareti interne di un edificio già esistente.
Per rendere le pareti uniformi nella temperatura e diminuire la possibilità di concentrazioni di aree fredde, è sufficiente ridipingere i muri con appositi isolanti termici per pareti interne.
Le pitture termoriflettenti sono in grado di creare sul muro un microrivestimento termoceramico idrorepellente, traspirante e sanificante, senza aumenti di spessore.
Queste pitture possono essere applicate anche all'esterno, come alternativa al cappotto termico.


Isolante termico per pareti interne: come individuare i prodotti migliori


Le vernici per l'isolamento termico pareti interne creano sui muri un rivestimento elastomerico termoriflettente che funge da eccellente regolatore termico. Esse sono composte da microsfere cave di ceramica e sostanze riempitive termo-riflettenti di dimensioni nano e micro, che assicurano in pochi millimetri di spessore elevate prestazioni in termini di risparmio energetico.
I prodotti migliori sono certificati e realizzati con materiali biocompatibili di alta qualità, che permettono di ottenere una significativa riduzione della conduttività termica a seguito della riflessione delle radiazione infrarossi.


Come funzionano le pitture isolanti per pareti interne?


Le particelle termoisolanti di cui sono composte le pitture per l'isolamento termico interno riducono la conduzione del calore, riflettendo le radiazioni termiche e creando, allo stesso tempo, una barriera contro l’umidità. Possono essere applicate direttamente su muri in calcestruzzo, intonaco, muri a secco e su rasanti, assicurando ottimi livelli di efficienza energetica.


La pittura, applicata all’interno dell'abitazione, riesce a combinare un doppio effetto estate/inverno nello scambio termico dei supporti murari:

  • In inverno riesce a ridurre le perdite di calore, attraverso i muri, aumentando l’efficienza energetica dell’edificio (minor consumo di energia per il riscaldamento)
  • In estate diminuisce lo scambio termico dell’aria condizionata (minor consumo di energia nel raffrescamento)

Tinteggiare le pareti con una pittura termo-riflettente aiuta anche a previene i ponti termici e minimizza la condensa dell’umidità e la comparsa delle muffe.


Oltre a fungere da ottimo isolamento per i muri interni, la particolare formulazione di queste vernici offre tutti i vantaggi di una pittura di alta qualità migliorando anche alcuni importanti aspetti tecnici:

  • È facilmente lavabile
  • Assicura un'eccellente copertura
  • Ha una funzione antifungina e un’elevata adesione alla superficie
  • Garantisce un'ottima elasticità del rivestimento


L'isolamento termico interno rientra tra gli interventi elencati nell'Ecobonus, che permette di beneficiare della detrazione Irpef o Ires del 65%, e del nuovo SuperBonus 110%, l'ottenimento del Bonus Facciate spetta per i lavori che riguardano l'involucro esterno, cioè le pareti esterne visibili.
Per approfondire tutti i dettagli legati alle agevolazioni che puoi sfruttare, scarica gratuitamente la gratuita che trovi qui sotto.

New call-to-action

Stefano Silvestrin

Scritto da Stefano Silvestrin

Da oltre 10 anni mi occupo della distribuzione di materiali nanotecnologici per l’edilizia, seguo processi industriali applicativi, nel mondo della ceramica e dei pannelli fotovoltaici, individuando le reali possibilità applicative delle nanotecnologie per dare risposte concrete per l’efficientamento energetico degli edifici. Materiali a basso spessore e nanotecnologici per la protezione delle superfici sono la mia specialità.